BMW K1600GT NOVITA’ INTERMOT 2017

Facebooktwittergoogle_plus

BMW K1600GT touring sei cilindri è arrivata nel 2012, spiazzando la concorrenza e creando un’alternativa più dinamica alle Luxury Tourerdel segmento. Recuperando una tradizione importantissima per BMW – che sulle auto il sei cilindri lo usa da ottant’anni – la K 1600 GT ha saputo sintetizzare dolcezza d’erogazione con doti di potenza e soprattutto grinta sconosciute alle rivali. E con la scusa del passaggio all’Euro-6, qui al Salone Intermot di Monaco 2016 la BMW K1600GT si rinnova sia da un punto di vista tecnico che estetico.

bmw-k1600gt-2017-285-highresDal punto di vista della linea non cambia molto: bisogna come al solito affinare lo sguardo per cogliere le differenze con la generazione precedente, ma facendolo si noteranno nuove sezioni laterali della carenatura e deflettori più ampi, con tre nuove colorazioni (marsrot metallizzato, blackstorm
metallizzato e lupinblau metallizzato / blackstorm metallizzato) che contribuiscono ad identificare la novità. Diversa anche la strumentazione, con nuovi quadranti e il logo BMW K1600GT sul tachimetro.

Molto più interessante quello che succede “sotto il cofano”. Il motore resta invariato, al netto dell’omologazione Euro4, con i suoi soliti valori di 160cv e 175Nm di coppia, accogliendo però la retromarcia (optional) realizzata attraverso il motorino d’avviamento. Dove invece avvengono i maggiori cambiamenti è nel comparto ciclistico, che accoglie le nuove sospensioni semiattive Dynamic ESA, e in quello elettronico su cui arrivano il cambio elettroassistito Pro (optional, in grado di supportare tanto l’innesto quanto la scalata) e il sistema di chiamata d’emergenza intelligente eCall, sempre optional, che in caso di emergenza si attiva automaticamente trasmettendo i dati relativi alla posizione, e così le coordinate del luogo dell’infortunio attivando le misure di soccorso.

bmw-k1600gt-2017-282-highresTutti gli optional sono naturalmente raccolti in due pacchetti ordinabili ex fabrica: il Pacchetto Safety comprende Adaptive Light Control, luce diurna, controllo pressione pneumatici RDC, Hill Start Control; il Pacchetto Comfortaggiunge invece il cambio elettro assistito Pro, chiusura centralizzata, impianto antifurto, l’avviamento Keyless e il proiettore supplementare a LED.

 

 

Articolo pubblicato su Motoblog di Ottobre

(Visite Totali 333, Oggi 1 visite)